Attività in programma

SABATO 22 - DOMENICA 23 GIUGNO
Cortina d'Ampezzo - Tour delle Tofane

1° giorno: Giro delle Tofane
2° giorno : Rifugio Croda da Lago

Partenza e arrivo: Cortina D'Ampezzo (BL)
Difficoltà: 1° giorno: BC (Medio Difficile)
2° giorno: MC (Medio)
Dislivello: 1° giorno: 2434 m. Quota max 2145 m.
2° giorno: 1696 m. Quota max 2041 m.
Percorso: 1° giorno: 49 Km.
2° giorno: 35 Km

scursione in MTB dove è richiesta buona capacità tecnica e buon allenamento di fondo per affrontare il percorso.
Il primo giorno, con partenza da Cortina d’Ampezzo effettueremo il giro delle Tofane. Il percorso ad anello ci permetterà di vedere le Cascate di Fanes, il Lago di Limo e
raggiungere ben 5 rifugi dove in uno di questi pranzeremo.
Si completerà poi il tour delle Tofane con il rientro in hotel per la cena ed il pernottamento.
Il secondo giorno, con partenza da Cortina d’Ampezzo, verrà effettuato un percorso molto panoramico sulla vallata cheospita Cortina. Dirigendosi verso sud si raggiungerà il lago di Pianozes, da qui Malga Fedèra quindi il rifugio Croda Da Lago che si affaccia sul lago Fedèra. Pausa pranzo presso il rifugio oppure al sacco. Il percorso di ritorno sarà verso Cortina lungo le forestali ai piedi delle Tofane transitando in località Pocol nelle vicinanze del Sacrario Militare e del lago Ghedina.


Capigita: Alberto Baldin e Santino Bellotti

DOMENICA 30 GIUGNO
Punta San Matteo - 3678 m. dalla cresta sud

Difficoltà: PD+ (POco Difficile)
Dislivello andata: 1500 m.
Durata andata: 6 ore

Saliremo la formidabile piramide rocciosa che domina il ghiacciaio del Dosegù, seguendo la via normale in discesa e la cresta Sud-Ovest in salita. E' un percorso che dal Rifugio Berni ci condurrà in vetta passando per il mitico bivacco Battaglione Ortles.

Cavalcando la cresta supereremo il Pizzo di Val Umbrina, la cima Villa Corna e il monte Martello, fino al culmine della Vetta con un ultimo tratto di roccia di II-III grado.
Pernotto e punti di appoggio: per chi volesse spezzarla in 2 giorni è possibile pernottare al Rifugio Berni al passo Gavia; oppure bivaccare nella propria automobile nei pressi del passo oppure al Bivacco Battaglione Ortles.


Abbigliamento e attrezzatura: abbigliamento e calzature da alta montagna, imbraco, casco, piccozza, ramponi,moschettone HMS e cordino/longe.


Allenamento richiesto: buona capacità di muoversi su terreno alpinistico con passaggi su roccia di II grado e su ghiacciaio.


Uscita a numero chiuso che fa parte del programma di preparazione all'escursione a Punta Gnifetti di fine luglio.
Informazioni e iscrizioni: rivolgersi ai referenti il giovedì sera.

 
Capigita: Matteo Vittoni e Andrea Festa

DOMENICA 7 LUGLIO
Monte Pasubio

Partenza e arrivo: Pian delle Fugazze (TN)
Difficoltà: BC+ (Medio Difficile)
Dislivello: 2654 m. Quota max 2175 m.
Percorso: 38 Km.

Escursione in MTB dove è richiesta una buona capacità tecnica e buon allenamento di base per affrontare il percorso.
Itinerario tra i più conosciuti e spettacolari per chi pratica mountain bike.
Partenza in MTB dal Pian delle Fugazze, si segue la Strada degli Eroi fino a raggiungere il rifugio Achille Papa. Oltrepassato il rifugio in località Porte del Pasubio, si devia a sinistra e si continua la scalata fino alla Selletta Damaggio in prossimità del Dente Italiano. Si rientra quindi al rifugio Achille Papa dove, prima di affrontare il percorso di ritorno verrà effettuata la pausa pranzo al sacco oppure servendosi dei servizi del rifugio.
Percorrendo la Strada degli Scarubbi, si scende fino ad incontrare la Bocchetta Campiglia ove si trova l’Ecomuseo Grande Guerra Prealpi Vicentine e l’imbocco della famosissima
Strada delle 52 gallerie. Si prosegue raggiungendo Passo Xomo e da qui si ritorna al Pian delle Fugazze per il completamento dell’escursione.


Capigita: Alberto Baldin e Santino Bellotti

DOMENICA 14 LUGLIO
Lago dell'Agna e Passo di Forame in val Brandet

Difficoltà: E+ (Escursionistica)
Dislivello andata: 1155 m.
Durata andata: 3 ore

Lasciata l'auto al parcheggio di S. Antonio (1127 m.) in circa 45 minuti di cammino si raggiunge il rifugio Brandet (1305 m.).
Qui si prosegue addentrandosi nel cuore della valle fino a quando si incontrano i cartelli segnaletici che ci indicano di abbandonare la strada e seguire il sentiero che sale sulla destra nel bosco, il 129B.
Dopo circa 1 ora di cammino dal bivio, si raggiungono le Malghe dell'Agna (1926 m.).
Salendo tra i pratoni a quota circa 2220 m. si incontra il sentiero che sale dal Lago Picol.
In circa 20 minuti dalla deviazione si raggiunge il laghetto alpino dell'Agna (2282 m.); nell'ultimo tratto bisogna prestare attenzione in quanto alcuni punti del traverso risultano
abbastanza esposti.
Dopo una pausa al lago si prosegue fino a raggiungere il vicino Passo Forame, seguendo un sentiero a mezzacosta. In circa 30 minuti, dal lago si arriva al passo.
Dal valico inizia la discesa sul sentiero 124A verso la Valle Campovecchio.


Capigita: Valeria Cogi e Roberto Cogi

Sottocategorie